Ultimo addestramento AIB per il 2009 PDF Stampa E-mail
Scritto da Alessandro Ustulin   

Il 15 novembre 2009 si è svolto sulle alture del Carso di Monfalcone, l’ultimo addestramento AIB programmato dal Gruppo Comunale di Monfalcone per il 2009.

L’addestramento ha avuto come sempre lo scopo di testare il funzionamento dei mezzi e delle attrezzature in dotazione e soprattutto lo scopo di testare la preparazione dei volontari.

All’addestramento hanno partecipato anche volontari del Gruppo Comunale di San Canzian D’Isonzo con cui il Gruppo di Monfalcone ha intrapreso una proficua collaborazione.

Sono stati utilizzati 2 Pick-up con relativi moduli antincendio, 2 autobotti leggere Bremach, 1 autobotte pesante P80, un autocarro Sprinter ed un fuoristrada Land Rover, oltre a ciò è stata utilizzata anche una motopompa Rosenbauer ed un vascone da 8000 litri.

 

Al posto delle solite manichette da mm. 70 con derivazioni da mm. 45 sono state utilizzate manichette da mm. 25, molto più leggere e facili da movimentare; sulle stesse sono state montate nuove lance con getto regolabile.

Nell’addestramento è stata coinvolta anche la Squadra Soccorso in Acqua del Gruppo Comunale che aveva il compito di verificare i tempi di percorrenza del natante in dotazione per arrivare fino agli appositi “corridoi” predisposti nel Golfo di Trieste per le eventuali operazioni di rifornimento d’acqua da parte di un qualsiasi velivolo antincendio che fosse chiamato ad operare in zona. Infatti nel caso di utilizzo di velivoli antincendio, i “ corridoi” vanno presidiati per essere mantenuti liberi dalla navigazione diportistica.

Un importante test effettuato durante l’addestramento ha riguardato i dispositivi APRS montati su 2 dei mezzi impegnati a terra e sul natante. I dispositivi APRS messi a disposizione dalla sezione Monfalcone dell’ARI, hanno permesso di seguire gli spostamenti dei mezzi su cui erano montati direttamente dal computer della sede nonché da un altro portatile collegato ad internet mediante chiavetta USB.

 

Nella figura qui sopra si possono notare infatti i 2 mezzi contrassegnati dalle sigle IV3BBZ-9 e IV3BBQ-9 mentre si spostano sul territorio, nella figura successiva si nota il natante, contrassegnato dalla sigla IV3VSM-11, mentre si muove nel Golfo.

Questo test ha dimostrato ancora una volta (se mai ce ne fosse bisogno) che, nella gestione di una qualsiasi emergenza,per  la sala operativa che si trova a dover gestire l’emergenza stessa poter sapere in qualsiasi momento dove si trovano i mezzi impiegati ed eventualmente anche i singoli volontari diventa di fondamentale importanza per l’operatività e la sicurezza.

Nell’addestramento è stata posta particolare attenzione alle comunicazioni radio, da sempre punto dolente di tutte le attività AIB e non solo.

Alla fine dell’addestramento sono state tratte le conclusioni durante una breve riunione, conclusioni senz’altro positive fatta eccezione per alcuni piccoli particolari organizzativi da migliorare, particolari che fanno risaltare l’importanza degli addestramenti periodici che verranno messi sicuramente in calendario per la prossima stagione.

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Giugno 2012 15:09